giovedì 2 gennaio 2020

Bilancio 2019

Ciao a tutti!!

Prima di sentenziare, lascerei parlare le immagini:




160 giorni (tra festivi e feriali) dedicati al poker online.
1252h/d (ho grindato 139g), ho giocato abbastanza live ma non saprei quantificare, forse 6k mani.
Giocato solo 1 mtt live, 0 mtt online (credo sia la prima volta da quando sono pro ?).

Obiettivi di inizio anno:
- giocare 215k hands [FALLITO]
- superare i 3 EVbb/100 [SUPERATO]
- vincere oltre 3k€ live [FALLITO]
- avere la NSDW meglio di -5.5bb/100 [SUPERATO]
- studiare determinate cose [SUPERATO]

Obiettivo secondario [FALLITO] era avere meglio di 46 di W$wsF


Si, ho sculato anche quest'anno ma ho lasciato EV live considerando che mediamente gioco un nl300 o nl400. Rispetto al 2018 ho giocato quasi solamente 6max, poco HU insomma.
Dati Rakeback ca. 25%_

Nel 2020 giocherò ancora di meno, ma mi aspetta una sfida importante. Tra pochi giorni parto per Vegas: sarò in USA 2 mesi per giocare poker live (molto probabilmente la 2-5$) facendo tappa anche a Miami. Poi, come da qualche anno, sarò molto impegnato con l'attività di famiglia. Insomma online credo di poter arrivare a 130k hands, non oltre.
Vengo da 2 anni positivi, ho fiducia e voglio vincere anche live, ed in Usa la rake è ancora umana, il pool spero positivo e selezionabile.

Come sempre userò questo blog e il canale youtube per darvi i miei feedback.
Quindi good luck to me :) .



Ciao Bella Gente

martedì 8 ottobre 2019

L'ultimo dei romantici

ENGISH VERSION



Quello che mi manca di più è il fruscio delle carte durante lo shuffle and deal, il brusio delle fiches mescolate che rimbomba in tutta la sala, l'odore di un mazzo nuovo di zecca appena aperto per una nuova partita, la delicatezza del panno del tavolo che incontra i polpastrelli.

Quello che mi manca di più non sono le serate passate a fare baldoria per via di una grossa vincita, piuttosto la sensazione di appagamento dopo aver passato due ore a sviscerare e capire un nuovo spot con i solvers.

Quello che mi manca di più è l'aspetto senza frontiera che ti regala questo sport; è avere allo stesso tavolo un palestinese che sorseggia un tè, un israeliano con il suo kippah, una pornostar con un cagnolino nella borsetta, un imprenditore che possiederà più di 100 volte i soldi che tu riuscirai a fare in tutta la tua vita ed un professionista che hai incontrato sia a Las Vegas sia a Melbourne sia a Londra.

Ma mancano anche le sessioni fiume, la competizione, i tilts, le discussioni sui forum, le giornate alienanti, gli allenamenti, le paure, i successi, le incertezze, i viaggi, le vincite, le perdite.

È tutto questo, e molto altro, che rende il POKER il gioco più bello del mondo.



Ciao Bella Gente

mercoledì 2 gennaio 2019

Bilancio 2018

Salve a tutti.

ENGLISH VERSION


Parliamo subito di numeri:

190gg tra feriali e festivi di lavoro (trasferta ISOP di 10gg esclusa)
1247 hands/d per un totale di 237k hands (di cui 5k ca. non registrate su PokerClub)
4k hands ca. giocate live ed una dozzina di mtt

4.46 EV bb/100 overall e poco più di 3k€ di vincite live
(sono conteggiati 800 EV bb non trackati su PokerClub)

Ecco i reports:






Rakeback 2018 = 21.7%  (nel 2016 era 37,7% , 2017 34,8%)
Circuiti e Poker rooms 2018 = Tutto il .it "in selection" eccezzion fatta per iPoker, molto marginali le presenze di partite su PokerStars e People's; alcune migliaia di mani sono HU.

Ho raggiunto tutti gli obiettivi prefissati ad inizio anno, forse solo con le mani giocate sono sotto di un 15k hands. Il più sorprendente è stato quello della NSDW, dovevo fare meglio di -6bb/100: sono quasi a -5.


Prima di dire qualsiasi cosa voglio chiarire che questo è stato il primo anno da quando faccio il professionista che non mi sono occupato solo di poker, ma ho dato molto spazio all'attività di famiglia. Se escludiamo forse i primi due anni del cash game sul .it, questo si può dire che è stato l'anno in cui ho ottenuto i migliori risultati, non tanto dal punto di vista economico. Dunque ho fatto level down ed ho cambiato stile di gioco; ho studiato abbastanza. Basti pensare che nel 2017 tenevo qualcosa come -13bb/100 di red line NSDW.
Non penso che allo stato attuale nel mondo del poker la disciplina che a parità di ore e di investimento renda di più sia il cash game, ma preferisco ancora proseguire su questa strada nel 2019, mi piace quello che faccio e resta sempre questa, per me, la vera essenza del gioco. 
Tuttavia sono pronto a dedicarmi ad altro, quindi nei prossimi mesi potrebbero esserci eventi che mi faranno accantonare di nuovo questo lavoro, ma non definitivamente.

A fine Gennaio partirò per l'Australia: resterò una settimana a Melbourne e due a Sydney. Seguirò le fasi finali dell'Aussie Million da vicino, giocando qualcosina, sicuramente non dei tornei; fondamentalmente sarò lì in vacanza. Documenterò tutto su questo blog e su youtube, ed aggiungo anche che sto per realizzare un nuovo video per il canale, fermo appunto da troppo tempo.


Ciao Bella Gente

mercoledì 11 ottobre 2017

World Series Of Poker Europe


English Version



Tornerò ad aggiornare questo blog tra qualche settimana con una "bomba". Si... Quanto tempo è passato? Nove mesi! LOL

Come avrete capito questa bomba non è mai esplosa, piuttosto, implosa direi. Il progetto si sarebbe chiamato EASYGAME, ed era anche abbastanza ambizioso e minuzioso. L'idea e la realizzazione procedevano bene, anche se a rilento. Tuttavia alcuni imprevisti hanno compromesso la buona riuscita della nostra scuola di poker, di cui io ero tra i principali realizzatori ed ideatori. Il fondatore, nonché unico finanziatore, ha deciso di interrompere il lavoro e di conseguenza non si è mai arrivati alla luce. Una parte di quel che resta però ho deciso di divulgarlo pubblicamente (a tempo determinato probabilmente) sul mio canale YouTube.

Per quanto riguarda il poker giocato è stato un anno abbastanza stabile, iniziato in maniera molto positiva per poi prendere una piega verso il basso. Non ho giocato per 2 mesi estivi e non ho disputato nessun evento degno di nota "live", tranne delle brevi apparizioni ai tavoli cash del Pokerstars Championship di Barcellona, in Agosto. La mole di gioco è troppo esigua, sto aumentando leggermente le ore di studio invece. Ho trovato una discreta routine che mi lascia tempo per attività fisica, meditazione e divertimento.
Posto il grafico dei primi tre mesi del 2017:


Ancora non sono sereno su alcuni aspetti della RL, ma ci stiamo lavorando ;) .


Ed ora vi spiego il titolo di questo post. Giocherò le WSOPE 2017, in Rep. Ceca, a Rozvadov.
E' tanto un prestigio quanto un azzardo. Sarò completamente fuori roll per quello che riguarda i 2 tornei che disputerò (#MonsterStack & #Colossus) e il cash game. Il field è accreditato come il più duro di tutto l'anno. La location, il periodo, il palinsesto, la rake, tendono a muovere giocatori che sono realmente indirizzati a prendere seriamente questo appuntamento e quindi troverò quasi tutti giocatori bene o male preparati, sicuramente più delle wsop o dei pokerstars championships. Tuttavia più difficile sarà la battaglia tanto maggiore diverrà la gloria, no? ^_^ . Andrò con un partner che ho conosciuto vivendo in questo mondo e che ho già incontrato in altre occasioni, di cui ho molta stima; giocherò principalmente cash game nl300 e nl500. Ho buone sensazioni ma anche se dovesse andare malissimo ne uscirò comunque a testa alta perché avrò giocato e imparato dai migliori, partecipato al più grande evento europeo dell'anno e vissuto un'esperienza dal vivo full immersion di 3 settimane! Insomma andrò broke, ma senza rimpiati almeno :D . E poi dopo non aver trovato nessuno che mi accompagnasse a Las Vegas quest'anno volevo comunque giocarmi uno shot live di livello.
Infine se riesco volevo proporre un vblog con mini video che trattassero gli sviluppi del mio personale evento, non so se riesco, ma se ne viene fuori una cosa carina, probabilmente in differita, saranno pubblicati sempre sul mio canale YouTube ed un sunto qui sul blog.

Sperando di aggiornarvi presto: le #wsope si tengono dal 18Ottobre al 12Novembre ed io partirò il 19Ottobre, un abbraccio.


Ciao Bella Gente

mercoledì 11 gennaio 2017

Altro anno, altra corsa

Eccoci ancora insieme signori e signore, come state? Come ci eravamo lasciati? Ah si, dicevamo...
Non saprei che topic proporre, non so da dove iniziare. Una volta ancora è trascorso troppo tempo dal mio ultimo aggiornamento ma ci sono state scarse novità, poche avventure. E' stato un anno scialbo dal punto di vista del lavoro. E' trascorso in fretta ed ho vissuto qualche nuova esperienza in real life ed alcuni turbamenti che lascerò fuori da questo blog. Non sono qui per riproporre l'ennesima lista di obiettivi e di buoni propositi di inizio anno, ho fallito già troppe volte. Ora si naviga a vista, mi sembra la cosa più prudente e saggia da fare in questo mondo, in questo periodo pokeristico.

Ecco i risultati cash game del mio 2016:
(ho giocato poco causa anche diverse disavventure; non ci sono i risultati di qualche evento e sessione live e non ci sono alcune sessioni mtt disputate durante l'anno)




Voglio continuare con il cash game, anche se riconosco esserci dei "pool" +EV di questo nel poker. Ma mi piace ciò che faccio, per ora. Sul 2017 ho sensazioni positive: ho nuovi strumenti di lavoro, giocherò spesso multiroom e ho un paio di progetti in cantiere. Sarò cinico e spero per una volta anche concreto! Non mi voglio dilungare, ma una cosa ve la prometto: tornerò ad aggiornare questo blog tra qualche settimana con una "bomba".
Statemi bene.


Ciao Bella Gente

mercoledì 2 marzo 2016

Fievole luce in fondo al tunnel

Quello che vedrete qui in basso è il grafico cash game dei primi 2 mesi di questo 2016. E' molto che non aggiorno il mio blog, lo so, ma le scarse prospettive e le assenti novità non mi hanno ispirato a condividere nuove esperienze. Come se non bastasse lo scenario del poker italiano e mondiale si fa settimana dopo settimana sempre più cupo. Gli ultimi 17 mesi sono stati molto negativi, stressanti, amari, insoddisfacenti. Ho cambiato molte cose, e ne ho provate a cambiare altrettante. Quest'anno sono tornato a "multiroommare", a giocare il NL100. In questo periodo tetro sono arrivato a grindare il NL50 su Pokerstars negli ultimi mesi del 2015, ma con un sacrificio economico ho deciso di riappropriami di un livello più rispettabile per le mie skills e le mie ambizioni. Dovrei ragguagliarvi sui risultati portati a termine dello scorso anno ma ho dati un po' troppo confusi. In breve ho finito giocando solo su Pokerstars.it concludendo al NL50, compiuto oltre mezzo milione di mani e 240.000 VPP; ho perso e badrunnato in maniera notevole.
Come ricorderete avevo tanti buoni propositi ed ad esser sincero li ho mantenuti: ho pochi rimpianti. Ho fatto una vita abbastanza regolare, ho messo impegno in tutte le cose che ho fatto e mi sono tolto anche il peso di un'operazione ospedaliera che rimandavo da qualche tempo. Ho studiato un po' di più, ho provato nuovi SW, nuovi siti didattici e ho fatto lezioni con uno dei migliori coach .it, se non il migliore... Ecco su quest'ultima cosa vorrei spendere due righe poiché l'avevo annunciato già nell'ultimo post. In un periodo storto le provi tutte per rialzare la testa, e lo stesso vale per un giocatore di poker professionista. Io ho fatto di tutto: vedere nuovi video, usare nuovi programmi, leggere libri, lavorare sul mindset, compiere attività fisica abitudinariamente, giocare maggiormente e con miglior impegno, ridurre lo stess e prendersi i giusti tempi e infine, come molti fanno, ci si affida ad un tutore, un allenatore, un mentore se vogliamo. Io ero indeciso se provare a contattare qualche giocatore/insegnante straniero, ma per un paio di ragioni ho preferito "restare in Italia" e contattare Christian "IwasKmutu". Faccio un sacrificio economico, anche un lvl down, mi accordo che la cosa della quale ho più bisogno è un lavoro di traning e non "x" lezioni per sentirsi solo 1-2 ore e poi ognuno per la sua strada. E lo faccio presente da subito. Partiamo da 10 ore, 2500€ (250€/h), un percorso a medio-lungo raggio con contatti colloquiali anche extra l'ora di lezione quando possibile. All'inizio va anche bene, reciproco entusiasmo, ma i risultati non si vedono. Anzi il lavoro nuovo porta ai miei peggior scores mai ottenuti. Ammetto che ci sono anche state lacune del sottoscritto, confusione iniziale, etc. Ma non mi preoccupo, tanto è un progetto a lungo termine, ne uscirò più forte. Purtroppo dopo la pausa estiva qualcosa si rompe. Io sono stato assente forzatamente per un paio di settimane causa operazione alla gamba, ma poi è stato sempre più difficile mettermi in contatto col sig. Favale per riprendere il lavoro. Dopo una serie di rinvii e deroghe, peregrinazioni durate ben 4 mesi, si interrompe il tutto circa un mese fa con l'avanzo di 3 lezioni rimborsate privatamente. Ovviamente io pokeristicamente, come si evince da quanto sopra, non è che me la stessi passando tanto bene.
Insomma come vi sentireste se la cosa più importante della vostra vita, la cosa per la quale avete rinunciato alla famiglia, alla casa, ai soldi sicuri, nonostante il vostro impegno vi si ritorcesse contro mese dopo mese dopo mese? Come vi sentireste se ogni tentativo che fate dal nuovo corso didattico al nuovo allenatore si rivelasse un buco nell'acqua? Come vi sentireste a mancare tutti gli appuntamenti con la fortuna nei tornei che contano per maniere più impensabili? Come, ancora, vi sentireste a vedere riuscire avversari meno preparati di voi solo perché hanno avuto più fortuna od invece hanno lavorato meglio di voi su altri aspetti sopperendo alle mancanze tecniche? Beh, vi sentireste impreparati, inadatti, falliti.
Non sono credente, ne penso che ognuno in questa vita si merita ciò che ha perché la componente alea è troppo alta durante il corso della propria esistenza ma qualcosa in più probabilmente mi è dovuto, e cosa più importante qualsiasi cosa accada, in qualunque modo finisca, non sarà una cosa che mi toglierà il sonno la notte, perché rimpianti davvero pochi ne ho.
Termino questo articolo con il grafico che evidenzia una svolta, seppur leggera, nei miei risultati, che in questa disciplina sono l'unica cosa che conta. Finalmente dopo 17 mesi tra alcuni pessimi ed altri BreakEven, ritorno a recuperare qualche stackes. Ho sceso centinaia di gradini e non basta risalirne una dozzina per tornare a sognare, ma a sperare non ci rinuncio. L'impegno è quotidiano e sto trovando molta continuità, non demordo ancora.




Ciao Bella Gente

martedì 23 giugno 2015

Ora o mai più!

Siamo giunti al giro di boa di questo 2015 e questi primi 6 mesi posso sintetizzarli in una sola parola: confusione. Avevo pianificato di giocare su PokerClub, ma poi è successo quello che è successo e ho fatto un cambio radicale virando su PokerStars. Partenza da incubo, ma nonostante tutto siamo SN. Si continua a downswingare da quasi un anno, si fatica a mantenere il ritmo e trovare la voglia di giocare. Quindi decido di prendermi un coach, di mettermi a studiare quotidianamente, di rifiatare un pò partecipando ai campionati ISOP. Stacco 10 giorni dal grinding online, ma questa trasferta in terra slovena si rivela un "bagno di sangue". Meno 4k€ e tanta sfortuna. Torno a casa più stanco e amareggiato di prima, inoltre anche fisicamente non sto affatto bene. Decido quindi di prolungare questa pausa di altre 3-4 settimane. Nel frattempo penso più a me stesso, ripasso alcuni concetti nuovi che dovrò imparare, creo un nuovo HUD e lavoro molto con PT4 ed HM2.
Oggi sono pronto, ho tutto quello che mi serve. Ripartirò qualche giorno dal NL50 per riprendere il giusto feeling, poi dovrò impegnarmi.
Un anno fa vivevo il mio miglior periodo pokeristico, avevo già macinato diverse decine di migliaia di mani e pensavo già alle ferie. Quest'anno niente vacanze, abbiamo lavorato pochissimo. Bisogna ritrovare determinazione perché non posso più continuare a perdere, non deve piovere per sempre.



E' evidente che tutti gli obiettivi sono saltati, ora mi interessa solo ritrovare serenità, continuità e fiducia nei miei mezzi. Mi aspettano giorni duri, ma ce la posso fare, e la fortuna è sicuramente in debito con me. Inoltre dopo 2 anni ho una persona che mi segue e un progetto a medio-lungo termine, ma di questo ne parlerò più avanti.
Ora non si può più sbagliare, ora si fa sul serio, ora o mai più!


Ciao Bella Gente